#Wmf15 Il Web Marketing Festival, perchè esserci fa bene alla salute (del tuo business e non solo)

Appena rientrata da due giorni a Rimini al Web Marketing Festival organizzato dal team di Giorgio Taverniti ( vi suggerisco di iscrivervi anche al suo canale youtube) fondatore di Gt Idea S.r.l. ed esperto di formazione innovativa.

Prima di tutto il mio giudizio più che positivo va all’organizzazione, location, organizzazione degli eventi, timing, spazi tutto curato a puntino e nei minimi dettagli.

Inoltre prenotando in anticipo al costo di 99€, devo riconoscere che è stata propria un’ottima opportunità. Molti gli speech interessanti ed inoltre sono disponibili per i partecipanti tutte le registrazioni video degli eventi; anche questo un altro punto a favore dato che quando si partecipa ad eventi di questo tipo alcuni interventi si sovrappongono per orario e non si riesce ad assistere a tutti.

La mia selezione di momenti a cui partecipare si è orientata su argomenti piuttosto precisi, legati sopratutto alla SEO e alla creazione di contenuti del web, che, a mio parere, sono la base per qualsiasi tipo di strategia web che si voglia intraprendere.

Questi gli eventi a cui ho partecipato:

Carlotta Carlucci (Vanilla Marketing) e il caso Lovely Ancona:

Molto interessante il progetto di Carlotta come il suo entusiasmo nel voler creare un progetto fresco e giovane di promozione e racconto del territorio di Ancona. Ha spiegato sia le modalità di creazione di questo portale, sia anche il modello di business e revenue che ne è stata parte centrale della progettazione.

 

Dixon Jones “How connections affects Everyone and Everything”:

Intervento in lingua inglese nella sala International e SemRush con Majestic.com che si è focalizzato sull’importanza, nel processo di trasmissione di informazioni, non solo di influenzare un individuo, ma un gruppo di persone correlate. Interessante il confronto tra due “influencer” come Lady Gaga e Obama, quest’ultimo vince, ma non di tanto.

Michele Baldoni ” Come la Seo guida le attività di web marketing”:

Michele ha presentato i passi fondamentali per curare la creazione di contenuti performanti per la Seo e gli obbiettivi strategici di un sito web. Consiglio utili: formare chiunque debba essere autore.

 

LuKasz Zelezny ” Making sense of your Analytics”

Interessantissimo l’intervento di Lukasz e il suo metodo strettamente analitico di elaborare dati e fattori che vengono prodotti dai tool di monitoraggio delle perfomance web, come Google Analytics o Web Master Tool.

Tra i suoi consigli; valutare parametri prevedibili e non su un periodo di almeno 12 mesi di analisi, non farsi spaventare dal temuto Bounce Rate (tasso di abbandono della pagina) e sopratutto esportare in excel i dati di Analytics per periodi di massimo un mese e analizzarli da lì.

Giulia Eremita e Serena Giusti Trivago.

Gli ultimi due interventi del primo giorni dedicati al turismo. Le presentazioni di Trivago sono sempre interessantissimi perché si basano su studi di comportamento o analisi di mercati di big data. Giulia e Serena hanno presentato quelle che sono oggi le tipologie di viaggiatori ovvero i Boomers, la Generation X e i Millenials. Lo studio ha mirato a crearne l’identikit tipo, modalità e tempi di prenotazione e pagamento, abitudini, trend e metodi di valutazione per ogni tipologia di viaggiatore. Sapere chi saranno i nostri clienti del futuro e come relazionarsi con loro è fondamentale per chi opera in ambito turistico.

Armando Travaglini ” Remarketing e Turismo”:

Avete presente quando cercate una struttura su Booking, o un libro su Amazon e continuamente quando navigate vi appaiono pubblicità su quello che cercavate? Beh quell’attività si chiama remarketing viene effettuata attraverso campagne di google AdWords con la creazione di apposite liste di marketing in base ai KPI della propria strategia. Armando ha spiegato approfonditamente come fare, cosa evitare e che tipo di risultati si possono ottenere. (Prima però installare almeno un booking engine nel sito).

La prima giornata si è conclusa alla grande con un party organizzato dal festival presso il Turquoise beach di Rimini; anche da noi è arrivato il temporale estivo, ma per fortuna la serata era giunta al termine.

A tal proposito devo ringraziare pubblicamente l‘hotel Milton di Rimini nel quale durante il temporale ci siamo rifugiate, totalmente bagnate, e dove il personale di reception è stato gentilissimo e ci ha subito recuperato un taxi per poter tornare a casa; vi assicuro che non capita spesso.

 

Il secondo giorno la mia scelta di eventi si orientata verso il mondo social.

Salvatore Russo di 6sicuro.it:

Tutto riassumibile in tre frasi: “Google plus non è morto” Google plus non è social network (come noi lo pensiamo)” “Ignorare Google Plus significa ignorare Google” 

Alessandro Masala 

Youtuber che ha creato un interessante format di Infotainment attraverso uno dei motori più visitati al mondo ovvero Youtube. L’intervento più interessante del festival per la freschezza, l’entusiasmo e i valori di questo ragazzo che fa informazioni in maniera innovativa e sopratutto dedicata ad un’utenza specifica.

 

Matteo Auletta “WordPress organizzare i contenuti in ottica Seo” :

Focus su wordpress, uno dei CMS più utilizzati al mondo per la creazione di siti e blog. Matteo con competenza palpabile ha spiegato come creare la struttura di categorie, attraverso le tassonomie, la creazione di pagine articoli.

Valentina Vellucci Magilla Guerrilla “Linkedin KPI”:

Valentina è super esperta nella gestione dei social network e creazione di strategie digitali. Molto interessante il suo intervento su Linkedin e sulle possibilità che offre per il B2B attraverso campagne a pagamento mirate; utenza profilata, meritocrazia dei risultati i due punti di forza di questo tool.

Cinzia De Martino “Pinterest nel mondo dell’hospitality”:

Sicuramente uno dei social che preferisco, anche se come tutti i social, ha i suoi “usi e costumi”. Cinzia ha evidenziato alcuni aspetti importanti nella gestione di Pinterest, analizzando i potenziali, le performance e le capacità di penetrazione sopratutto per l’utenza straniera.

Curiosità, sapevate che un pin ha 100 giorni di vita, contro i 4 minuti di un post su Facebook?

Io invece vi aspetto sabato 27 giugno 2015 alle ore 18 presso la libreria Mondadori per l’aperitivo digitale organizzato da OltreMeta su social network e kpi.

Articolo di Simona Ciccalè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: