Come rivendicare la scheda di Google My Business


Si è tenuto questo lunedì 13.04.2015 il mio corso in web marketing turistico presso lo spazio di OltreMeta di Civitanova Marche. Durante l’incontro sono state affrontate diverse tematiche interessanti, dall’evoluzione in atto nella tecnologia mobile, alle opportunità che la distribuzione online offre agli albergatori. Sono state 4 ore intense, abbiamo parlato di molte cose, e sicuramente alla fine di tutto è emerso come formazione e tempo siano le risorse da sfruttare al meglio per potersi orientare nel fantastico mondo del web 2.0.

A circa metà del programma previsto c’è stato l’intervento di uno dei consulenti italiani, digital coach per le imprese del turismo Antonio Maresca. Antonio ha in pochi minuti chiaramente e attentamente spiegato sia l’importanza di Google My Business in termini di visibilità per gli albergatori, sia le sue funzionalità.

Ma cos’è Google My Business? E’ la vostra scheda che appare nella ricerca, ovvero una, diciamo, evoluzione degli ex profili Local e Places uniti al profilo aziendale su Google Plus.

 

google my business per hotel

 

Ma andiamo per ordine. Perchè Google My Business è così importante per gli hotel? Prima di tutto fornisce informazioni relative a punteggio/recensione direttamente dalla SERP (risultati della ricerca) senza cercare in altri metamotori, poi offre la possibilità grazie a Google Hotel Finder (metamotore di comparazione di prezzi di hotel interno a Google) di trovare già i prezzi sia sul proprio sito (che deve avere un booking engina ad hoc) sia sulle altre Ota.

Quindi senza navigare su portali di recensione, Ota, social network Google My Business per hotel riduce il processo di acquisto e i tempi di navigazione offrendo subito al cliente le informazioni più importanti nella ricerca che sono:

– Miglior prezzo

– Reputazione

– Località/posizione.

C’è un altro importante vantaggio per gli albergatori, è gratis!

Prima di tutto create il vostro account gmail, esempio: hotelroma@gmail.com, poi entrare nel proprio profilo Google Plus (esempio: +HotelRoma) e andare nella sezione di destra alla voce “pagina”, se la pagina non esiste, cliccare su “crea nuova pagina”, da lì seguire la procedura guidata. Se la scheda già esiste, rivendicarla, che Google ha probabilmente già creata a vostra insaputa, traducendola da altre informazioni o listing o convertendo la precedente pagina di Local o Places.

Questa parte fino a qualche mese fa era abbastanza complessa e lunga. Per rivendicare la scheda bisogna fare la ricerca su Google Maps, trovare la propria scheda e richiederne i diritti amministrativi.

Può succedere che qualcuno prima di voi l’abbia già fatto, un ex collega, una web agency con cui collaboravate, ed in questo caso le cose si complicano un pò. Antonio è stato molto preciso proprio nel raccontarci chiaramente come funziona questa delicata procedura di rivendicazione della scheda, procedura nella quale la sottoscritta ha impiegato più di 6 mesi lo scorso anno.

Se trovate la vostra scheda già creata dovete richiederne “i diritti amministrativi” e rivolgervi all’assistenza come qui chiaramente illustrato dalle slide di Antonio.

rivendica scheda

Le slide di Antonio Maresca per l’intervento al corso in web marketing turistico

 

Inoltre considerate che Google oltre ad avere il predominio rispetto agli altri motori di ricerca, rappresenta un passaggio fondamentale nella ricerca di un hotel. Google My Business è quindi gratuito e pubblico, e in quanto tale le foto presenti sono visibili a tutti, ma non solo è tramite questa scheda che si può caricare lo speciael virtual tour grazie al quale i clienti possono entrare e navigare nella struttura (è un servizio fornito solo da fotografi certificati Google).

Dalla vostra scheda potete aggiornare le informazioni, gli orari, i numeri di telefono e sopratutto rispondere alle recensioni che corrispondono alle stelline che appiano sotto al nome del vostro hotel nei risultati di ricerca.

Ecco a voi Google My Business, spiegato da Google:

Articolo di Simona Ciccalè

 


Informazioni su Simona Ciccalè

Dal 2008 opera attivamente nel settore dell'hotellerie, prima come responsabile marketing e commerciale, poi come consulente e formatore in web marketing, revenue management e gestione aziendale per albergatori. Dal 2015 collabora con l'azienda Talent Garden come start up manager per lo sviluppo nazionale ed internazionale del network di coworking più grande d'Europa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *