Mind the Gap – BTO 2014-

 Mind the Gap – è l’avviso fuori da ogni treno della metropolitana di Londra del vuoto che c’è tra il marciapiede ed i treni che transitano. Attenti a non cadere nel vuoto, o ad essere trascinati via da un treno in corsa; questo il senso.

Mind the gap

Nessun titolo poteva essere più azzeccato per la quinta edizione del principale evento italiano sul turismo online, il B.T.O. di Firenze ( Buy Tourism Online 2/3 dicembre Fortezza da Basso)

 

“Mind the gap – attenti al vuoto.”

 

E’ percezione, constatazione, e purtroppo realtà. Esiste un vuoto da colmare, e che si espande sempre più, tra lo sviluppo delle tecnologie e dei mercati digitali e la cultura delle persone/aziende che dovrebbero trarne vantaggio.

E queste persone non sono i clienti, ma gli albergatori.

Google, Facebook, Booking, Tripadvisor i grandi big player che ogni giorno innovano, esplorano e agiscono nel mercato del travel, sembrano spesso essere i più grandi nemici degli albergatori.

Ecco, eventi come il BTO di Firenze servono agli albergatori per capire che possono essere i loro più grandi alleati. Se quello che vi manca è l”orientamento digitale”, questo è l’evento che fa per voi.

I due giorni intensi presso la Fortezza da Basso saranno un’occasione importante per scoprire i nuovi trend del mercato, approfondire la conoscenza delle tecnologie utili e vitali per la vendita degli hotel ed incontrare personalità di spicco del mercato del travel online, primo tra tutti Josiah Mackenzie.

L’occasione è ghiotta e da non perdere, il travel è il primo business online, anche Amazon inizia a muoversi verso il mercato alberghiero, TripAdvisor punta a diventare una vera e propria OTA, Facebook implenta Places, e Google aggiorna di continuo i termini della ricerca per hotel e ristoranti.

Non stare al passo con i tempi significa perdere visibilità, perdere visibilità significa perdere prenotazioni o peggio ancora delegare in bianco fette del nostro mercato ad altri.

L’evento vedrà i massimi esponenti in tema da tutta Italia e non solo, insieme a i rappresentanti dei grandi player ed a molte società che si occupano di booking engine, pms, channel manager e soluzioni digitali per hotel.

Si parlerà di parity rate, clausole contrattuali di Booking ed Expedia, distribuzione e meta search, trend, Tripadvisor, Big data, cultura del turismo digitale e non, e molto altro.

Troppo spesso gli albergatori sono disorientati nella scelta delle strategie da applicare per le proprie strutture, ma spesso la causa è la mancanza di conoscenza e formazione digitale; per cui Mind the Gap, attenti al vuoto, questa è un’importante opportunità per colmarlo.

Io ci sarò, e voi? Iscrivetevi qui.

 

Articolo di Simona Ciccalè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: